QR Code

Le organizzazioni del Terzo Settore e dell’Economia Civile rappresentato uno dei pilastri del tessuto economico, culturale e di welfare del nostro paese. Con oltre 300mila organizzazioni attive, il Terzo Settore rappresenta il 6,4% delle unità economiche del sistema produttivo italiano e il 3,4 % dei lavoratori dipendenti.

Impegnate nell’affrontare nuove e crescenti richieste sociali con fondi pubblici ormai insufficienti, le realtà del Terzo Settore hanno necessità, più che mai, di ricercare e attivare risorse finanziarie provenienti da più fonti, tra cui i bandi dell’UE e dei diversi enti filantropici internazionali.

Nonostante l’UE costituisca, di fatto, un’importante risorsa per la crescita e l’innovazione delle organizzazioni del Terzo Settore e dei territori in cui esse operano, i bandi europei sono ancora poco utilizzati ed esplorati da parte delle organizzazioni. Buona parte delle realtà del Terzo Settore non ha mai cercato di ottenere un finanziamento europeo, ma molte di loro hanno iniziato a guardare Bruxelles come un’opportunità.

Promuovere un insieme di strumenti e percorsi di accompagnamento che semplifichino e facilitino l’accesso ai bandi dell’Unione Europea è una strada obbligata ma non sufficiente. Oltre al superamento di alcune barriere che possono essere considerate “tecniche”, è necessario un approccio culturale nuovo verso la progettazione che punti verso l’innovazione sociale e che sappia coniugare radicamento territoriale e proiezione europea

Le azioni di Fondazione Triulza per promuovere l’internazionalizzazione e l’innovazione sociale del Terzo Settore lombardo e italiano:

  • Percorso di capacity building “BEEurope: Bet on European Energies”

Fondazione Triulza, in partnership con Fondazione Cariplo, ha dato vita all’iniziativa “BEEurope: Bet on European Energies” per aiutare le organizzazioni del Terzo Settore a reperire finanziamenti europei ed internazionali e sviluppare partnership per costruire progetti sociali innovativi. L’obiettivo di “BEEurope” è mettere in condizioni le organizzazioni, anche quelle di piccole dimensioni, di sviluppare nuovi progetti da presentare ai bandi dell’UE e dei diversi enti filantropici internazionali supportandole con informazioni tempestive e mirate sulle principali opportunità, formazione e competenze specialistiche nella scrittura e nella gestione di tutte le fasi del progetto. LINK per sapere di più sui primi strumenti e servizi del progetto.

  • La partecipazione a programmi e reti europee.

Fondazione Triulza partecipa a diverse reti europee per la realizzazione di progetti da presentare ai diversi programmi e finanziamenti europei, con il coinvolgimento della propria rete di fondatori.
Attualmente Fondazione Triulza partecipa al progetto europeo Erasmus+ "T4F – Training for Sustainable Food System" (2017-2019) per la promozione di percorsi formativi professionali focalizzati allo sviluppo di sistemi alimentari sostenibili. LINK per sapere di più su obiettivi, partner e azioni del progetto.