23 Luglio Lug 2019 1643 2 months ago

Il Terzo Settore a lezione di progettazione europea con Fondazione Triulza e CGM

17 settembre, 15 ottobre e 12 novembre prossimi laboratori tecnico-pratici “Fondi Europei: si può fare!”

QR Code

Come si scrive un progetto europeo e si articola il budget usando la modulistica ufficiale del bando? Come si cercano e coinvolgono i partner? Come si preparano i documenti necessari per partecipare ai fondi europei?
Riprende, dopo la pausa estiva, il ciclo di laboratori teorico - pratici organizzato da Fondazione Triulza in collaborazione con il Gruppo Cooperativo CGM per migliorare la capacità delle organizzazioni del Terzo Settore e dell’Economia Civile di accedere ai fondi UE e di partecipare a programmi e reti internazionali d’innovazione sociale.
Il 17 settembre sarà dedicato al Programma ERASMUS, il 15 ottobre al Programma FAMI e il 12 novembre al Programma LIFE.

Ogni laboratorio dura 8 ore: al mattino viene presentato e contestualizzato uno specifico Fondo o Programma Europeo, nel pomeriggio si affrontano tutti gli aspetti pratici. In particolare vengono forniti gli elementi per presentare un progetto europeo: come si scrive un progetto e si presenta un budget usando la modulistica del bando, come si presentano i partner e i documenti necessari. I laboratori sono indipendenti l’uno dall’altro e si può decidere di frequentare solo quelli che affrontano le tematiche di interesse per la propria organizzazione.

Questi laboratori sono organizzati nell’ambito del progetto BEEurope promosso da Fondazione Triulza in partnership con Fondazione Cariplo per dare un sostegno concreto all’internazionalizzazione del Terzo Settore. Il progetto ha dato vita ad un sistema di strumenti per facilitare l’accesso ai fo di UE delle organizzazioni: il Portale GEOfundos Italia delle opportunità di finanziamento internazionali; un Servizio di Accompagnamento all'Europrogetazione e il "Master in Europrogettazione – BEEurope.

«Perché nessuna non profit (o quasi) va a cercare le risorse in Europa? È da questa domanda banale, che in Fondazione Triulza ci siamo posti insieme a Fondazione Cariplo, che è nata l’idea di un’iniziativa ad hoc per colmare questa esigenza», spiega Chiara Pennasi, direttore di Fondazione Triulza. «Grazie a un approfondito lavoro di analisi è emerso che le due grandi criticità sono: l’assenza di strumenti e la mancanza di una “cultura” europea. Dopo aver messo in campo il portale GEOfundos Italia e un master dedicati ci siamo resi conto che c’era bisogno di fare un lavoro di cittadinanza europea con le organizzazioni del Terzo settore che devono capire che le opportunità ci sono e si possono cogliere». spiega Chiara Pennasi.

«In questi laboratori entriamo nel vivo delle piattaforme per implementare progetti, nei tecnicismi; quindi di quello che bisogna fare prima di diventare un soggetto ammissibile iniziando ad avere dimestichezza con il dizionario della progettazione e con la cassetta degli attrezzi basilari per fare un buon lavoro», illustra Sabina Bellione, responsabile dell’area progettazione europea di CGM e la docente del ciclo di laboratori tecnico pratici “Fondi Europei: si può fare!”

  • 17 settembre - Programma ERASMUS. Erasmus+ è pensato per dare risposte concrete a queste problematiche, attraverso opportunità di studio, formazione, di esperienze lavorative o di volontariato all’estero.
  • 15 ottobre - Programma FAMI. Il Fondo intende contribuire alla gestione efficace dei flussi migratori nell’UE e all’attuazione, al rafforzamento e allo sviluppo della politica comune di asilo, di protezione sussidiaria e di protezione temporanea, nonché della politica comune dell'immigrazione.
  • 12 novembre - Programma LIFE. Attraverso il programma LIFE l'Unione europea eroga finanziamenti per progetti di salvaguardia dell'ambiente e della natura.

DESTINATARI DEI LABORATORI

Organizzazioni del terzo settore e dell'economia civile, Enti pubblici o privati interessati a far acquisire alle proprie risorse, competenze in europrogettazione al fine di avviare o rendere più efficace la propria azione nell’ambito dei programmi europei.

DOCENTE

La partnership tra Fondazione Triulza e consorzio CGM garantisce le competenze ed esperienze necessarie per la docenza dei laboratori che saranno condotti da una docente con esperienza decennale nella presentazione/gestione e rendicontazione di progetti europei.

PARTECIPAZIONE E COSTI

Il corso partirà con un numero minimo di 10 partecipanti.
Costo: € 120+iva per singola unità didattica (laboratorio).

Se si partecipa a più unità didattiche, dal secondo laboratorio il costo sarà di € 100+iva. In caso di due partecipanti appartenenti alla stessa organizzazione, costo di € 100+iva per il secondo partecipante.

Si consiglia:
I laboratori si svolgeranno in italiano ma si consiglia una conoscenza di base dell’inglese scritto per comprendere la modulistica che verrà utilizzata nel pomeriggio.
Di munirsi di un portatile per lavorare in autonomia.

I CORSI AVRANNO LUOGO PRESSO LA SOCIAL INNOVATION ACADEMY DI FONDAZIONE TRIULZA

PER INFORMAZIONI ED ADESIONI

Per informazioni sui laboratori potete contattare: Alessandra Mambriani - Responsabile marketing

Fondazione Triulza, marketing@fondazionetriulza.org – tel. 02 39297777

Per iscriversi, inviare una mail di richiesta di partecipazione a: segreteria@fondazionetriulza.org