10 Febbraio Feb 2020 1655 4 months ago

MIND secondo i giovani: hi-tech e sostenibile

Le proposte del primo Social Innovation Campus di Fondazione Triulza

QR Code

Le migliori energie e la vitalità delle nuove generazioni dai territori entrano in MIND

Oltre ottocento studenti hanno lavorato in gruppi, ideato proposte per le città del futuro
e partecipato a più di 50 incontri e laboratori nel primo Social Innovation Campus promosso da Fondazione Triulza

I giovani ancora protagonisti nelle tappe di avvicinamento alla edizione 2021

Circa 2.000 i partecipanti alle due giornate di formazione, confronto, sperimentazione e lavoro sulle ricadute sociali e ambientali nelle città del futuro dell’innovazione e delle tecnologie del primo Social Innovation Campus in MIND, promosso dalla Social Innovation Academy e da Fondazione Triulza. Oltre ottocento i giovani studenti universitari, delle superiori, leFP e IFTS provenienti da tutta la Lombardia, che hanno portato a MIND la loro vitalità ed energia, nonché le proprie visioni e proposte per costruire la città del futuro: dieci classi hanno partecipato ad un hackathon su alcuni temi cardine dello sviluppo del progetto MIND (acqua, mobilità, cultura e smart community), altre diciotto classi sono state coinvolte in visite personalizzate lavorando in gruppi, partecipato a laboratori interattivi, all’area esperienziale a agli oltre 50 incontri, workshop, lectio magistralis, presentazioni e testimonianze di cooperative, startup e imprese.

Protagonisti delle due giornate, insieme ai giovani, anche i rappresentanti del mondo accademico e della ricerca, della filantropia, dell’avvocacy per la sostenibilità, della finanza, della tecnologia e, soprattutto, del terzo settore e dell’economia civile. Per i promotori del Campus questa contaminazione tra scienza tecnologia e innovazione sociale rappresenta il futuro delle nuove generazioni e anche un nuovo paradigma economico in cui le organizzazioni del terzo settore e dell’economica civile sono chiamate non solo a svolgere ruoli convenzionali, ma anche ad impegnarsi in segmenti molto alti del processo innovativo.

Sul coinvolgimento dei giovani, delle cooperative e delle imprese sociali si concentreranno le tappe di avvicinamento alla edizione 2021 del Social Innovation Campus previste dai promotori anche in altre aree del paese. Il primo appuntamento sarà “Hack&Go!”, l’Hackathon di Bosch e Wind Tre, in collaborazione con Fondazione Triulza e con Concept Reply, dedicato ai temi del 5G, dell’loT e della Smart Mobility. L’iniziativa è rivolta ai giovani innovatori alla ricerca di nuove soluzioni per le città sostenibili e si svolgerà il 22 e 23 aprile presso la Social Innovation Academy in MIND. A breve sarà pubblicato il bando con tutte le specifiche per partecipare e i premi, tra cui la possibilità di svolgere uno stage presso Wind Tre e Bosch Milano.

culturale hanno collaborato numerose realtà profit, non profit e istituzionali. Approfondimenti sul programma e il partenariato: https://sicampus.org/

La lezione dai giovani: connessione, collaborazione e concretezza

La prima edizione del Social Innovation Campus ha voluto sperimentare come, creando contesti partecipativi e di condivisi adatti, l’innovazione sociale venga anche dal settore informale, cioè dai cittadini, dalle comunità, dalla società e soprattutto dalle nuove generazioni. I dieci team partecipanti all’hackathon del primo Campus lo hanno dimostrato dando una grande lezione di serietà, creatività, collaborazione e concretezza, sia durante le 32 ore non stop di lavoro di gruppo che nei loro dieci articolati progetti sviluppati. Oltre alla singole specificità delle loro proposte, i 220 giovani partecipanti all’hackathon hanno condiviso trasversalmente un insieme di valori e attitudini che sono il fondamento per uno sviluppo sostenibile e inclusivo in MIND e nelle città del futuro:

- sono consapevoli dell'emergenza climatica del pianeta;

- l’inclusione sociale e la multiculturalità non sono un problema ma un dato di fatto;

- le tecnologie, parte del loro DNA, sono considerate un'opportunità per risolvere i problemi sociali:

- la cooperazione è per loro sinonimo di futuro e di sopravvivenza del pianeta e delle comunità;

- MIND è già per loro una città e nel progetto di sviluppo puntano ad un forte collegamento territoriale e alla valorizzazione delle vie d’acqua.

I due team vincitori dell’hackathon:
Il 1° classificato è stato il team ELETTROSHOCK, dell'Istituto comprensivo Breda di Sesto San Giovanni (interclasse 4° e 5°, AR,BI,BN Istituto Tecnico Industriale), con il progetto: “Ul Casinöt Verd”. Riceve un premio di 2.500 euro.
Il 2° classificato è stato il team GreenTOSI, dell’Istituto Tecnico Economico Enrico Tosi di Busto Arsizio (interclasse 4AF clil, 5AF clil, 5 AT, 4 BSFR, 4AI, 4ABI) con il progetto “CO3 – La città su misura per te”. Riceve un premio di 1.000 euro. Tutti i 10 team hanno ricevuto un premio di partecipazione: una multifunzione EcoTank 3750 gentilmente donata da Epson Italia.

“Ul Casinöt Verd” è un progetto che si basa sul concetto di abituare, fin dall'infanzia, le nuove generazioni ad un futuro eco-sostenibile basandosi principalmente su un’istruzione attiva, innovativa e coinvolgente e prevede la creazione di un centro in MIND, completamente sostenibile grazie all'utilizzo di tecnologie all’avanguardia. “CO3 – La città su misura per te” è il frutto della comunione di tre valori che pongono le fondamenta di una comunità innovativa ed inclusiva: CO-nnessione, CO-operazione, CO-ncretezza, investendo in sistemi tecnologici che possano sostenere le attività caratterizzanti la quotidianità sociale e valorizzare i rapporti interpersonali.

Tutti i 10 team partecipanti

Nome team Istituto e Indirizzo Classe/Indirizzo
Cattaneo IIS Carlo Cattaneo - Milano (MI) Interclasse 5° anno CAT e AFM: CAT(Costruzione ambiente e territorio) e AFM (Amministrazione Finanza e Marketing)
Eclipse ISIS Bernocchi - Legnano (Mi) Interclasse (4D,4F,4N) / Istituto Tecnico - Istruzione e Formazione Professionale
Elettroshock Istituto Comprensivo Breda- Sesto San Giovanni (MI) Intercclasse (4° e 5°, AE, BI, BN) - ITI istituto tecnico Industriale
GreenTosi ITE "Enrico Tosi" - Busto Arsizio (VA) Interclasse 4AF clil, 5AF clil, 5 AT, 4 BSFR, 4 AI, 4 BI - Istituto tecnico Economico
InVoltini IIS "Alessandro Volta" - Lodi Interclasse: 4C informatica, 4C meccatronica, 5A meccatronica - Istituto Tecnico
RhoCat School IT Enrico Mattei - Rho (MI) Classi 5A CAT, 5B TL, 4A CAT- CAT (costruzione, ambiente e territorio), TL (tecnologie del legno)
Shared Minds ITSCG Primo Levi - Seregno (MB) Classe 4P - CAT (Costruzione, Ambiente e Teritorio)
Team Besta Green ISS Fabio Besta - Milano Classe 4F - Liceo Scienze Umane Opzione Economico Sociale
Termotech Pro IS Peucher Olivetti - Rho (MI) Classe 5MATIC-A 5MATIC-5 Istituto Professionale
The Catalysts ITIS Cartesio - Cinisello Balsamo (MI) Classe 4 ITI indirizzo Chimico e Biottecnologie sanitarie

Il primo Social Innovation Campus è stato promosso - in partnership con Arexpo, Lendlease e Istituto Ortopedico Galeazzi - dalla Social Innovation Academy di Fondazione Triulza, il cui comitato scientifico è costituito da ricercatori di innovazione sociale di diverse Università italiane, realtà della Società Civile, Istituzioni Pubbliche, Imprese e tutti i protagonisti di MIND. Hanno condividono i valori e gli obiettivi del Campus e lo hanno sostenuto in qualità di main sponsor Coopfond, Fondo Sviluppo, UBI Banca ed Epson. L’iniziativa ha avuto il contributo di Regione Lombardia. Al programma