QR Code

Fondazione Triulza è uno dei partner del progetto europeo "T4F - Formazione per lo sviluppo di sistemi alimentari sostenibili” (Training for Sustainable Food System Development) che mira a creare un modello europeo di formazione professionale basato sullo sviluppo di "competenze ecologiche" nel settore agroalimentare, al fine di aumentare il numero di posti di lavoro legati a una transizione ecologica sostenibile e inclusiva. Sito web del progetto: http://trainingforfood.eu

Le questioni alimentari rappresentano oggi una sfida europea e internazionale. Il sistema alimentare ha un forte impatto sull'ambiente: oltre ad essere uno dei settori più esigenti in termini di acqua, gran parte della produzione alimentare viene persa e diventa rifiuto. Mentre la popolazione mondiale continua a crescere, la crisi economica e sociale ha gravemente ridotto il potere d'acquisto di molti cittadini, una criticità che, sommata al contesto di urgenza climatica, richiede una transizione ecologica di successo e una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva.

Il progetto "Training4Food" ha messo insieme realtà di Belgio, Spagna e Italia operative nell’ambito del cibo sostenibile, dell'economia sociale e del terzo settore, dell’istruzione e della formazione professionale impegnate nello sviluppo di competenze sostenibili nel settore alimentare. Il progetto avrà una durata di due anni (2017-2019), è stato finanziato dal programma europeo Erasmus + e sviluppa temi cari a Fondazione Triulza e la sua rete di fondatori: l’integrazione socio-professionale delle persone e lo sviluppo sostenibile in tutti gli ambiti di attività.

"Training4Food" ​ ha l’obiettivo di dare un contributo concreto a questa transizione ecologica del sistema agroalimentare europeo sviluppano, in linea con la strategia Europa 2020 dell’UE, nuove competenze professionali e nuovi posti di lavoro "green" attenti alla salute dei cittadini e rispettosi dell'ambiente.

Obiettivi operativi del progetto: a marzo 2018 è stato ultimato il PROGRAMMA DI FORMAZIONE (training program) per studenti e professionisti del settore le cui versioni in italiano e inglese sono già disponibili in questa pagina. A breve sarà pubblicata inoltre una guida alla valutazione delle attività didattiche proposte.
Il programma formativo sarà testato a giugno a Sorrento da un gruppo di quindici studenti proveniente da scuole di ristorazione di Barcellona, Napoli e Bruxelles. Nella seconda metà del 2019 sarà lanciata una campagna di sensibilizzazione per operatori e cittadini per riflettere sulla sostenibilità nel settore agroalimentare. Il progetto si concluderà ad ottobre con una conferenza internazionale a Bruxelles.

LA DIMENSIONE ECONOMICA, ECOLOGICA, NUTRIZIONALE E SOCIALE DEI SISTEMI ALIMENTARI SOSTENIBILI

Il percorso formativo che il progetto ha sviluppato e che sarà testato a settembre, mira a creare tra i giovani studenti e i professionisti europei del settore agroalimentare nuove competenze e abilità attraverso una profonda conoscenza della dimensione economica, ecologica, nutrizionale e sociale dei sistemi alimentari sostenibili.
Il programma di apprendimento si sviluppa in 8 unità didattiche con strumenti e contenuti didattici che approfondiscono quattro aree tematiche:

  • Area Nutrizionale: approfondire il concetto di diete sane e sostenibile, per comprendere come scelte alimentari adeguate consentono di preservare la nostra salute e contribuiscono a ridurre l'impatto ambientale e sanitario.
  • Area Ecologica: condividere pratiche di gestione intelligenti all'interno della catena di approvvigionamento alimentare, affrontando la complessa e dinamica natura degli ecosistemi ambientali e la poca conoscenza e comprensione sull'impatto che il sistema alimentare ha sul nostro ambiente.
  • Area Economica: evidenziare, attraverso le migliori pratiche che adottano un approccio sostenibile, come l'economia circolare e lo sviluppo locale è un'opportunità commerciale di valore per il settore agroalimentare.
  • Area Sociale: esplorare modelli di business etici e inclusivi, approfondire la conoscenza del rapporto tra cibo, convivialità e tradizioni culinarie e la loro influenza negli stili di vita e nei processi produttivi ed economici.

Quattro dei case study individuati nelle unità didattiche sviluppate riguardano organizzazioni o progetti italiani, scelti per la loro innovatività e trasferibilità: Chico Mendes, Gruppo Cap, Hotel & Ristoranti Zero Waste e Protocollo Zero Positivo. Scopri tutto a questo LINK.

La partnership del progetto